BlaBlaCar Coast-to-Coast #6: Kiev-Mosca

BlaBlaCar Coast-to-Coast #6: Kiev-Mosca

Scopri la sesta tappa del BlaBlaCar Coast-to-Coast: Kiev-Mosca.

Il BlaBlaCar Coast-to-Coast è il viaggio dello psicologo e videomaker Carlo Alberto Cavallo che ha scelto di andare da Lisbona a Vladivostock cercando esclusivamente passaggi condivisi in auto sulla nostra piattaforma.

Per ogni tappa, racconteremo attraverso dei brevi video il viaggio di Carlo Alberto Cavallo e dei suoi compagni di viaggio e condivideremo con voi il diario di viaggio e dei consigli sulle città visitate.

Il diario di viaggio: Kiev-Mosca

Si è detto che cavarsela anche senza che il conducente parli inglese non è affatto difficile. Che succede in tal caso? Beh, si va da un posto a un altro, risparmiando. Altro è se ci si può parlare. E ben altro è se ci si può parlare anche in Italiano!

Perché la nostra lingua non è poi così sconosciuta all’estero, per via del fatto che a volte ci siamo andati noi a lavorare all’estero, a volte sono venuti loro. Come nel caso di Sergei, che è andato avanti e indietro per anni a Casale Monferrato, nel settore della stampa. Proprio la stampa-stampa, quella delle rotative. Una bella sorpresa poterci chiacchierare!

Certo, l’inizio di una conversazione parte spesso con banalità, sport-cibo, e, qualora si viaggi tra soli uomini, anche donne. Ma il viaggio è lungo, dunque arrivano poi gli aneddoti. Come quello di Sergei che si è presentato, il suo primo giorno in Italia, in un ristorante alle 6 di pomeriggio, aspettando per un’ora e mezza che si presentasse un cameriere!

O come di quando un suo ospite cinese voleva, sempre in quello stesso ristorante, bere un thè, e quelli gli hanno offerto una lattina di thè freddo! Ma dopo gli aneddoti, beh, lì viene il bello. Perché la realtà locale descritta e interpretata da un locale non ha paragoni possibili: i problemi e le gioie comuni, i sogni e le difficoltà.

Un’impareggiabile finestra sul mondo.

13 Kiev selfie 2 (1)

I consigli di Carlo Alberto Cavallo

I taxi in Russia

13 Mosca selfie (1)

Ah, questa è una bella questione! Perché potrebbe facilmente capitare di averne bisogno. Due problemi si presentano subito. Il primo è il cirillico, cioè i caratteri dell’alfabeto usati nella lingua russa. Molte delle app lo hanno finalmente capito, e così trovate l’opzione “Mostra l’indirizzo nella lingua originale”. Screenshot ed è fatta. Con la assoluta attenzione a far questo quando si ha una linea internet, che altrimenti, nel mezzo di una strada senza connessioni, ben difficilmente potrete fare il vostro screenshot! Immaginando che lo abbiate pronto, qui viene il secondo, e ben curioso, problema. Che in Russia, a parte Mosca e San Pietroburgo, non è che i taxi siano riconoscibili, e se decidete di aspettarne uno, colorato, verde, con la scritta TAXI in evidenza, rischiate di stare con la mano alzata a lungo. E comunque a Mosca le strade sono molto molto larghe, dunque è molto molto improbabile che passi un taxi, che sia un taxi, sulla corsia vicina al marciapiede, e che sia anche libero. Dunque? Andate in un parcheggio da un parcheggiatore. ve lo chiama lui, senza alcun costo, che tanto la sua (piccola) commissione la prende dal taxista.Molto facile e molto veloce.


Ti è piaciuta la settima tappa del BlaBlaCar Coast-to-Coast?

Guarda la successiva!

Scopri di più

Road to

Proseguendo la navigazione sul nostro sito, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra per effettuare analisi e produrre contenuti e annunci in linea con i tuoi interessi. Leggi la nostrainformativa sull'utilizzo dei cookies

Offri un passaggio